tète a tète con lo spirito della foglia del tè

E' il caso di avere degli spiriti nell'armadio. Disse lui. Lei annuì ma non ne era troppo sicura. Vagava verso una scia di frasi come comete, ferma cercava di acchiapparle e loro aumentavano anziché finire, come con le bolle quando ti scordi sopra l'acqua per il tè. Pensava alla faccia di quella donna che s'era… Continua a leggere tète a tète con lo spirito della foglia del tè

Recensioni all’ intraSatta da

33 sul nespolo

A Book For Life

http://abookforlifegs78.blogspot.com/

( che ringrazio assai assai)

Cortile Cacao è un posto magico, un posto in cui tutto può accadere. Proprietaria della casa con il cortile color cacao è Bruna, sensitiva capace di modificare il corso degli eventi. Affascinata dai numeri e dalla magia userà le sue doti soprannaturali per salvare la vita a Noah, attore americano incoerente e pericoloso, perseguitato da uno squilibrato. La scrittrice, Cristina Schillaci, ci apre una finestra nella vita di Bruna, tra gli affetti vicini (le amiche e la sua cagnolina Guenda) e lontani (le sue nonne). Alle 3:33 di giorno o di notte Bruna entra in connessione con Noah, catapultandoci, attraverso immagini e sensazioni, nella vita dell’attore. Ci trasporta anche in diverse città, ma riesce a farci sentire sempre a nostro agio anche davanti all’inspiegabile e irrazionale. La lettura, anche nelle parti visionarie, scorre facilmente grazie ad uno stile semplice, ma…

View original post 92 altre parole

Il cortile si è spoStato

quello su tela (da cui la copertina di Cortile Cacao) è andato a farsi un giro per Catania e si è fermato a Palazzo Arcidiacono https://www.palazzoarcidiacono.it/?fbclid=IwAR1bh8eEnFvOMWEwZG1DIAvWjr5IAoZfojMJIVJ0Oj4tPU5y_kqrpTpvgGE da adesso un pò di quadri andranno in vacanza lì, beati loro. Grazie a Livio e RoBERtina. il posto è incantevole e il centro di Catania per me è… Continua a leggere Il cortile si è spoStato

l’uNDICEsima

E risaputo. È risaputo del cavalluccio marino che la femmina è maschio, nel senso di chi comanda nella coppia, (ancestralmente ragionando, e in Sicilia soprattutto), e depone le uova in una sacca incubatrice nel panciuzzo del maschio, che gliel’hanno progettata vicino all'apertura anale. Quando queste si schiudono, il maschio espelle i giovanotti, scusate, avannotti, con… Continua a leggere l’uNDICEsima